Accedi al sito
Serve aiuto?

Bocca e Denti

Bruxismo è un'attività anomala che ha una spiegazione scientifica poichè origina da un atto fisiologico: la Deglutizione Spontanea.  

Il bruxismo è un killer misterioso, molto frequente, molto dannoso per denti, apparato masticatorio e per la salute in generale. Spesso è la causa di insuccesso in implantologia. Le cause del bruxismo non sono note, ma "stress" e "tensione emotiva" fanno parte del mito. La terapia mitica ed universale del bruxismo è il Bite, oppure placchette notturne, splint, bite plane, bite gard. Molti autori hanno descritto e dato il nome al proprio bite.
 
LE VERITA'  

Bruxismo è il serramento e lo strofinamento violento e rumoroso dei denti dell'arcata inferiore contro quelli dell'arcata superiore, della durata di alcuni secondi. 

Bruxismo è il digrignamento dei denti che si verifica prevalentemente durante il sonno, sempre e soltanto, in tutti coloro che dormono a pancia sotto o di lato bocconi. 

Bruxismo è una parafunzione, un movimento non finalizzato ad uno scopo. 

Bruxismo è un' attività anomala che ha una spiegazione scientifica semplice poichè origina da un atto fisiologico ed altamente funzionale: la Deglutizione Spontanea. 

Abitualmente, in condizioni di riposo, in assenza di patologia, la mandibola è centrata, bilanciata e sospesa sotto il cranio con i muscoli rilassati in equilibrio tonico, i condili sono in posizione simmetrica nelle rispettive cavità articolari, i denti non sono a contatto, godono di benefica inattività. Ogni 4 minuti circa, durante la veglia, ma anche durante il sonno , per tutta la vita, si attiva, automaticamente, la Deglutizione Spontanea un atto riflesso, innato, inconscio, incondizionato. Questo prezioso e salutare dono della natura si può realizzare soltanto se la mandibola è libera di muoversi e portare i denti a contatto giusto, in armonia anatomica e funzionale con le altre componenti dell'apparato masticatorio. 

Tutti coloro che si coricano facendo gravare il peso di parte del corpo sul lato destro o sinistro della mandibola, la sbilanciano dal lato opposto ; spingono i denti contro gli antagonisti in occlusione laterale forzata. In questa posizione ogni volta che si deve ingoiare inconsciamente (Deglutizione Spontanea) i muscoli masticatori debbono compiere uno sforzo per ricentrare la mandibola e portare i denti dalla malaocclusione laterale alla giusta occlusione in massima intercuspidazione. A causa del carico, del peso che grava sulla mandibola questo movimento si può realizzare soltanto strofinando i denti tra loro, praticamente attivando il misterioso Bruxismo. Durante tutta la notte la componente Neuromuscolare, invece di essere a riposo, è in attività per contenere ed opporsi alla forza laterodeviante del peso che grava sulla mandibola. Lo stress del trauma, l'accumulo di cataboliti nei muscoli a causa dell'iperattività, possono scatenare inconsciamente nel sonno vere tempeste di attività masticatorie anomale, con violento serramento e sfregamento dei denti tra loro. 

Questo è il vero motivo per cui il Bruxismo. si attiva soprattutto durante il sonno. I denti spinti lateralmente per ore, mesi, anni si spostano; si genera una mala occlusione che può causare bruxismo anche di giorno nel tentativo di riposizionare i denti. Lo sfregamento dei denti causa faccette di usura ma anche mobilità e lesioni parodontali (piorrea). La compressione duratura per tutta la notte sui denti, sulla faccia e sull'Articolazione controlaterale ostacola la circolazione del sangue in tutte le componenti in particolare nell'apparato di sostegno dei denti. L'ischemia e la distrofia, che ne derivano, causano sofferenze di tutte le Componenti del Sistema. Le articolazioni sotto pressione per tutta la notte subiscono danni strutturali e funzionali, si deformano si smodellano. 

Si spiega così perchè al Bruxismo si associano spesso limitazioni, dolori, scrosci, click, e disfunzione dell'Articolazione della mandibola, foruncoli persistenti del viso, cefalea, emicrania, ronzii, acufeni, algie cervicali e lombari da problemi posturali, gengiviti, parodontiti, piorrea. I problemi psichici, lo stress non sono le cause ma fattori favorenti.